chiave

La Chiave

Quale ruolo assume realmente per lei la chiave nelle sue opere?

La chiave, elemento simbolico primario nelle mie opere è per me lo strumento che permette di “aprire” (mai chiudere) il mondo dell’interiorità, dell’introspezione di ognuno di noi. L’arte nel mio mondo ha la funzione di “scoprire” realtà diverse da quelle che ci circondano. Ritengo banale riprodurre il vero anche se con grande abilità tecnica senza indurci nell’approfondimento dell’intimo...dell’Anima. Solamente così potremo trovare “la Chiave” per incontrare e raccontare mondi diversi, dove i colori e le forme non sono dettate o copiate da ciò che vediamo ma da ciò che “sentiamo”. Dare un’immagine alla mia Anima è sempre stato un forte desiderio e, potermelo concedere attraverso la pittura, è un dono che ritengo unico e speciale. Mi piacerebbe estendere questo pensiero anche a coloro che si accostano alle mie opere e, attraverso i miei simbolismi, trasmettere un linguaggio silenzioso ma carico di profondità e riflessione, certa che queste due caratteristiche sono ormai una “necessità” nel frettoloso tempo in cui viviamo. La passione e la tecnica, nel mio caso, hanno percorso la stessa strada, sorretta una dall’altra. Talora prevaleva una a scapito dell’altra, ma solo per poco tempo poichè il mio “io” cercava l’Armonia che ritengo, non possa esistere senza il giusto equilibrio. In giovane età si è curiosi e voraci nell’appropriarsi della tecnica, ma è con la saggezza e maturità che metti questa al servizio di ben più nobili cause: sposare l’abilità con il contenuto...l’Anima e, sempre in modo unico e personale, farne nascere la passione...l’Arte.

 

Dare un'immagine al sogno

Da sempre, un lavoro che è un gioco per imparare la vita!

Profilo
Diplomata al Liceo Artistico di Venezia, ha vissuto a New York per circa 4 anni dove ha frequentato corsi di pittura e scultura. Per alcuni anni è stata docente di ceramica presso l’Istituto Follador di Agordo (BL). Conosce l’artista Gina Roma con la quale ha un importante dialogo: uno scambio di pensieri tra donne con affinità elettive. Dopo una prima fase, in cui ha collaborato all’esecuzione di alcuni affreschi di Vico Calabrò, ne ha realizzati di propri, sia all’interno che all’esterno di vari edifici sia pubblici che privati, operando principalmente in provincia di Belluno, Trento e Treviso. è stata invitata a tenere dimostrazioni sulla tecnica dell’affresco in Olanda e Polonia. Ha al suo attivo varie mostre personali in Italia e all’estero (Stati Uniti, Francia e Inghilterra) nonchè la partecipazione a concorsi e collettive. Dopo aver partecipato a vari stages di Arte Sacra in Italia e in Francia, tiene corsi e realizza icone secondo l’antica tecnica della scuola greco-bizantina. È docente del Laboratorio Artistico dell’Università A.A. di Agordo da ormai 15 anni. Continua a realizzare opere murali (affreschi, graffiti e meridiane) con la collaborazione del collega ed amico Giovanni Sogne in tutta Italia organizzando anche corsi di decorazione murale per adulti e ragazzi con l’intento e l’impegno di promuovere e far rinascere una tecnica antica che è il vanto dell’Arte Italiana. Nel 2012 le è stato conferito il titolo di “Maestro nell’Arte dell’Affresco” per la provincia di Belluno dalla Scuola Internazionale per la tecnica dell’affresco sostenuta dal Rotary Club e dal direttore artistico Vico Calabrò. Nel 2012 ha partecipato con 6 opere alla Biennale di Palermo presso il loggiato di San Bartolomeo e nel 2013 alla 1a Biennale della Creatività a Verona. Una sua opera fa parte della collezione presso la galleria d’Arte Moderna “Carlo Rizzarda” di Feltre. Nel 2014 si è dedicata nuovamente alla scultura (dopo una breve parentesi giovanile nello studio dell’artista Augusto Murer) di grandi e medie dimensioni con materiali differenti. Nel giugno 2015 ha aperto il nuovo “Laboratorio d’Arte” in piazza Vittorio Emanuele “Maggiore”,12 a Feltre dove è possibile visitare l’Artista al lavoro ed ammirare l’esposizione permanente.

  • Laura

    ... racconti disegnati.

Dove l'arte nasce

 

Atelier di Alleghe

Atelier di Alleghe

Da qui è partito tutto: qui Laura è nata, ci ha vissuto e ci lavora; è luogo dell'attività famigliare e dove genitori e fratelli hanno condiviso con lei un lungo percorso di vita. È dove trova rifugio per creare e l'ispirazione per inventare le sue "poesie colorate". Alleghe e l'armonia del suo lago accompagnano da sempre il suo operato trasmettendole la tranquillità necessaria alla realizzazione delle sue opere.

Corso Venezia 32 | Masarè di Alleghe (BL)
Atelier di Feltre

Atelier di Feltre

Da un po' Laura ha un nuovo luogo dove sviluppare la sua creatività: il centro storico di Feltre è uno dei luoghi al mondo più belli che si possano immaginare e proprio qui ha inaugurato di recente un atelier che si affaccia su Piazza Maggiore, sede di eventi medioevali e culla della cultura veneta. Il posto ideale come fonte di ispirazione e accogliente sito per incontri e contatti con i numerosi ammiratori che lo frequentano.

Piazza Maggiore 12 | Feltre (BL)

Contatti 

Invalid Input
Invalid email address.
Invalid Input

Premendo Invia Messaggio, dichiaro di aver preso visione dell'Informativa sulla privacyai sensi del D. Lgs 30/06/2003 n. 196 e autorizzo la titolare Laura Ballis al trattamento dei miei dati personali sopra riportati per la sua attività.

Antispam
Valore non valido

Laura Ballis
CEL: +39 348 9343 402
MAIL: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Atelier di Alleghe
Corso Venezia, 32
32022 Masarè di Alleghe (BL)
Atelier di Feltre
Piazza Maggiore, 12
32032 Feltre (BL)

LAURA fascia